Approvazione unanime per il disegno di Legge che assegna 12 milioni per il prossimo triennio alle aziende pubbliche in ambito sociosanitario

Un sostegno di 4 milioni di euro dal 2021 al 2023 per sostenere i percorsi di sviluppo e razionalizzazione di aziende pubbliche per i servizi alla persona (Asp) e Aziende speciali consortili (Asc) che operano nell’ambito dei servizi sociali e sociosanitari. Un progetto di legge molto snello (4 articoli) che ha trovato un appoggio unanime da parte dell’aula dopo un confronto serrato con le aziende servizi e i comuni del territorio.

Si tratta di un intervento fondamentale per sostenere quelle strutture che garantiscono la qualità di vita delle persone più fragili. Oggi in regione operano 36 Aziende che si occupano di anziani, disabili e minori. Purtroppo le aziende servizi alla persona e aziende speciali consortili sono in seria difficoltà nella gestione del personale specie per le aliquote irreali relative ad alcuni tributi”. L’intervento triennale si è quindi reso necessario non solo per l’emergenza Covid, che tanto ha colpito l’ambito sociosanitario, ma anche per un regime di tassazione assolutamente squilibrato rispetto ad analoghe strutture del settore privato. In ragione di ciò, se si vogliono mantenere in ambito pubblico queste gestioni, allora si deve garantire loro la possibilità di continuare a operare nel pieno delle loro potenzialità.