“Siamo di fronte ad un’emergenza senza precedenti ma l’Emilia-Romagna non dimentica lo sport e chi ogni anno organizza e gestisce eventi e impianti sportivi. Sono infatti uscite le graduatorie per l’anno 2020 dei bandi sullo sport che confermano il nostro impegno per l’intero comparto in attuazione della Legge sullo Sport del 2017”. A dirlo è la Presidente della Commissione Sport in Regione Emilia-Romagna Francesca Marchetti.


 “La Regione ha messo a disposizione 2.000.000 euro per finanziare eventi e progetti sportivi così ripartiti: 500.000 euro per gli eventi a rilevanza sovraregionale; 500.000,00 euro per gli eventi a rilevanza regionale; e 1.000.000,00 euro per la realizzazione di progetti sportivi biennali – spiega Marchetti –. Fare sport vuol dire fare comunità e promuovere valori e stili di vita fondamentali, quindi non smetteremo mai di sostenere questo settore che anima le nostre comunità e garantisce anche lavoro a numerose persone. Siamo consapevoli che la situazione attuale è alquanto complicata, e ci confrontiamo costantemente con le categorie più in difficoltà. Vi è la necessità di essere al fianco di chi gestisce impianti sportivi e non possiamo permetterci di fermare lo sport che è una vetrina per i nostri territori oltre ad essere un volano di sviluppo e un settore in grado di generare benessere psicofisico nei cittadini”.


Entrando nel merito dei bandi sport la consigliera regionale Marchetti specifica: “Relativamente al bando per gli eventi sono state ammesse 153 domande. Nel territorio bolognese per gli eventi di rilevanza sovraregionale e quelli a carattere regionale arriveranno complessivamente 283.744,50 euro per finanziare iniziative come il Babyvolley Imola, gli eurocamp di Karate, il torneo interregionale di Pallanuoto, Nuotare Master per favorire l’integrità sociale e tanto altro”.


Per quel che riguarda il bando per i progetti sportivi il contributo verrà erogato a 103 associazioni che per il territorio bolognese ammontano complessivamente a 347.447,20 euro. “Si tratta di progetti organizzati da associazioni come Valsanterno 2009 APD, il Centro Universitario Sportivo di Bologna, il Tennis Club di Budrio, il CSI di Bologna e tante altre polisportive del territorio che da anni promuovono progetti volti a diffondere la cultura dello sport e ad animare i nostri territori”.

Qui trovate le delibere