🔴 La strategia della Regione Emilia-Romagna vuole sostenere le #famiglie guardando al futuro e non con misure a spot. Di questo abbiamo parlato oggi nella seduta telematica dell’ Assemblea legislativa Regione Emilia-Romagna. In particolare nel mio intervento ho sottolineato i sostegni alle #giovani generazioni e alla loro famiglie, che in questo periodo hanno dovuto affrontare una nuova modalità di vivere la scuola e la didattica. 

👉 La Regione ha messo in campo fin da subito misure forti per garantire a tutti gli emiliano-romagnoli il diritto di essere connessi, attraverso il “Progetto per il contrasto del divario digitale” con un investimento di 5 milioni di euro (3,5 di risorse regionali e 1,5 del Fondo Sociale Europeo) per garantire a tutti i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie, e dei percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dagli enti di formazione dell’Emilia-Romagna, i necessari strumenti tecnologici. Inoltre la Casa editrice Zanichelli di Bologna, ha condiviso obiettivi e modalità di attuazione del Progetto donando 1 milione di euro per l’acquisto di dispositivi per i bambini della scuola prima del I° ciclo.

💻 Ma non finisce qui, infatti la Regione ha ottenuto ieri l’assegnazione di 49 milioni di euro da parte del Comitato nazionale Banda Ultra-Larga (COBUL) del ministero dello Sviluppo economico. Questo permetterà di completare il lavoro e garantire a tutte le scuole di essere connesse e di distribuire voucher alle famiglie e alle imprese per internet e tablet. Si tratta di passi avanti nella sfida verso un futuro sempre più digitale, perché ssere al passo con le tecnologie soprattutto oggi in questa fase di emergenza è diventato prioritario.