Se ne è parlato nell’incontro della Consulta regionale degli studenti. Misure tempestive per garantire il sostegno al maggior numero di alunni in difficoltà

Non solo le misure di sostegno agli studenti universitari, messe in campo fin dall’avvio dell’emergenza Covid-19. La Regione vara anche un bando di concorso straordinario per la concessione di borse di studio. 

Per dare risposta alle necessità di connettività e strumenti informatici adeguati alle nuove modalità di svolgimento della didattica, la Regione Emilia-Romagna mette in campo disposizioni straordinarie per la determinazione dei requisiti di accesso e la fruizione dei benefici per il diritto allo studio universitario per l’anno accademico 2020/2021 e per la conferma di quelli assegnati per l’anno accademico in corso, da parte dell’Azienda regionale per il diritto agli studi superiori ER.GO.

I provvedimenti sono stati presentati dall’assessore regionale all’Università, Paola Salomoni, durante un incontro con la Consulta regionale degli studenti, l’organismo che garantisce il coinvolgimento e l’effettiva partecipazione degli studenti nella realizzazione degli interventi e dei servizi per il diritto allo studio negli Atenei e nelle Istituzioni dell’Alta Formazione artistica e musicale dell’Emilia-Romagna.

Sin dall’inizio dell’emergenza Covid-19, la Regione ha prestato particolare attenzione alla condizione degli studenti universitari e ha attivato attraverso ER.GO e con la condivisione degli Atenei e della Consulta regionale degli studenti misure straordinarie di sostegno. La Giunta regionale è intervenuta tempestivamente, con una delibera del 9 marzo, per definire le disposizioni straordinarie relative ai benefici per il diritto allo studio universitario in questo anno accademico, con l’obiettivo di garantire il sostegno economico a un maggior numero di studenti in difficili condizioni economiche. Abbiamo alcuni temi aperti come per esempio quello della copertura sanitaria, ma stiamo lavorando per individuare soluzioni, in sinergia con gli Atenei e con i nostri studenti, tenendo fermo l’obiettivo di garantire il diritto allo studio come nelle tradizioni di questa Regione.

L’incontro della Consulta regionale degli studenti è stato un momento importante per dare voce alle varie componenti della rappresentanza studentesca e per confrontarsi sulle azioni messe in campo dalla Regione Emilia-Romagna, anche in vista dei prossimi bandi per l’assegnazione delle borse di studio per l’anno accademico 2020/202. L’incontro ha permesso a tutti i membri della Consulta di confrontarsi in maniera aperta e diretta con l’assessore regionale, che ringrazio per la grande disponibilità dimostrata. Ancora una volta la Regione dà prova di essere attenta alle esigenze degli studenti, anche per fronteggiare l’emergenza Covid in un clima di estrema collaborazione e condivisione.

I provvedimenti voluti dalla Regione

Nello specifico, è stata prevista l’emanazione da parte di ER.GO, oltre al bando di concorso “ordinario” secondo i requisiti previsti dalla normativa regionale e nazionale, di un ulteriore bando di concorso “straordinario” per la concessione di borse di studio, destinato agli studenti che non raggiungono al 10 agosto 2020 i crediti necessari per l’accesso alla borsa per l’anno accademico 2020/2021. É stato inoltre introdotto il “Bonus straordinario Covid-19” a favore degli studenti che non raggiungono i crediti necessari per l’accesso alla borsa di studio per l’anno accademico 2020/2021.

Un’ulteriore agevolazione riguarda la proroga del termine per la verifica del conseguimento dei crediti da parte degli studenti matricole beneficiari di borsa di studio per l’anno accademico 2019/2020.

Viene data anche la possibilità agli studenti iscritti ad anni successivi al primo di confermare la borsa di studio assegnata per l’anno accademico 2019/2020 con l’utilizzo della quota prevista di “Bonus straordinario Covid-19”.

Tutte le informazioni e le relative modalità per la presentazione delle istanze saranno contenute nei bandi di concorso di ER.GO, che verranno pubblicati sul sito www.er-go.it a inizio luglio. /BM