Il bando regionale premia il progetto presentato in collaborazione da 7 pro loco

Poco meno di 30.000 euro alle pro loco del Circondario compresa Ozzano: la graduatoria del bando indetto dalla Regione lo scorso agosto e dedicato specificamente alle attività di queste associazioni di promozione sociale, premia la volontà e la qualità di aggregarsi e fare insieme.

È infatti finanziato con 29.952 euro il progetto unico depositato dall’aggregazione delle pro loco di Castel San Pietro, Medicina, Ozzano, Dozza, Castel del Rio, Castel Guelfo e Imola. La proposta presentata è intitolata ‘Una rete di Pro Loco tra tipicità ed eccellenze’ per un turismo storico-culturale, slow e l’escursionismo fra borghi appenninici e gastronomia.

Il bando trova fondamento nella legge regionale che abbiamo approvato la scorsa primavera e che, attraverso un alleggerimento burocratico e lo stanziamento di fondi specifici, vuole sostenere queste importanti realtà del nostro tessuto sociale e ricreativo. A livello locale, infatti, le pro loco garantiscono attività culturali, folcloristiche e gastronomiche che sono delle vere e proprie perle che impreziosiscono i nostri paesi.

Le attività, realizzate da volontari e appassionati, sono anche momenti di grande condivisione e messa in rete di competenze, capacità e creatività. Uno degli esempi più belli di come nella nostra terra lo spirito per ‘fare le cose insieme’ permetta di realizzare eventi e manifestazioni di qualità e attrattività capaci di tenere insieme le comunità.